HRK Motta di Livenza – ABBA Pineto Volley 3-1: ai veneti l’andata di gara 1!

Condividi anche tu!

In gara 1 della fase finale playoff l’ABBA Pineto Volley cede il passo per 3-1 contro l’HRK Motta di Livenza al Palazzetto dello Sport Grassato. Dopo il primo set chiusosi 25-19, nella seconda frazione sono sempre i mottensi a condurre la contesa 25-23. Il terzo parziale vede la riscossa dei biancazzurri vittoriosi 22-25. Nel quarto set finito ai vantaggi sono sempre i biancoverdi a portare a casa la contesa 30-28.

Il match inizia con un totale equilibrio tra le due compagini che procedono punto a punto. Gamba sale in cattedra con tre super ace con la palla che viaggia di media intorno ai 110 km/h. mister Rosichini chiama subito il time out. La mossa paga: buona ricezione biancazzurra e Partenio con un pallonetto mette a terra il pallonetto del 6-3.  La reazione biancazzurra inizia a farsi vedere: Morelli e Cattaneo ricuciono lo strappo portando il match sul 7-5. Lo stesso numero sette riesce con un altrettanto splendido ace a rispondere all’opposto biancoverde e accorciare sul 9-8 per i suoi. Mister Lorizio capisce il momento negativo e si gioca anche lui il primo tempo tecnico del primo set. La partita si stabilizza con i trevigiani che tengono sempre a -2 di gap gli adriatici. I padroni di casa, micidiali in battuta, riescono a essere sempre incisivi ma il muro pinetese sempre puntuale ristabilisce la consueta distanza di due punti sul 18-16. E’ è la chiave giusta per i biancazzurri: Trillini invalicabile porta a -1 i suoi. Il tecnico dei mottensi pone subito una pezza chiamando il secondo break. La lettura è giusta: i Leoni riescono nuovamente ad allungare grazie a una buona difesa e a portarsi sul 22-18. Essendo nella fascia più calda del primo parziale mister Rosichini chiama il time out. La distanza però è difficilmente colmabile e il primo set di gara 1 è di marca veneta sul 25-19.

La seconda frazione vede HRK Motta di Livenza chiamare il video – check per scongiurare una possibile invasione. Le immagini ribaltano il verdetto con il fallo fischiato a Pineto. Gamba, scatenato in battuta, conquista il quinto ace del match ma vanifica tutto sbagliando il servizio successivo. I biancazzurri si riorganizzano e riescono con una buona difesa ad accorciare sul 6-4. Morelli inizia a scaldarsi: l’opposto ospite gioca con le mani del muro e pareggia per i suoi. Gli abruzzesi crescono: buona difesa della squadra del presidente Abbondanza e primo vantaggio teramano. Sul 7-9 mister Lorizio, scacchistico, chiama il primo time out. L’ABBA prende le misure: ace di Morelli e 8-11. I veneti però con il solito Gamba accorciano grazie al sesto ace personale, 12-14 con un punto recuperato dai padroni di casa. Morelli però non ci sta e da zona 4 mette a terra il pallone del 13-16. Tim Held non vuole essere da meno e riesce a siglare il massimo vantaggio per i pinetesi portando la partita sul 14-18. Mister Lorizio, come di consueto, chiama il secondo break per aggiustare i suoi. La mossa è vincente con tre punti consecutivi dei trevigiani. Mister Rosichini capisce il momento no e chiama il suo primo tempo tecnico. Il finale è infuocato: i biancazzurri provano a rimettere la testa in avanti con il neo entrato Zornetta a riallungare sul 19-22. I biancoverdi però non si scompongono e riescono a impattare la contesa sul 22-22. Il tecnico ospite dunque richiama i suoi in panchina per riorganizzare le idee. Morelli trova il mani out ma pesta la linea e regala la palla set ai padroni di casa. Errore omologo del numero 17 e secondo set di marca veneta.

Il terzo parziale incomincia con i biancazzurri desiderosi di recuperare la partita con un 0-2 firmato Trillini – Partenio. Dopo il 4-6 mister Lorizio prova a cambiare le carte in tavola inserendo Basso per Arienti. Il set procede in perfetta parità. Held diagonale perfetta che vale l’8-9. L’ABBA vuole rifarsi: Partenio, lasciato colpevolmente libero, mette a terra il pallone del 10-13. Altro cambio di mister Lorizio che scambia Mian per De Marchi. I biancoverdi ancora una volta ricostruiscono lo strappo e mister Rosichini chiama il primo time out della terza frazione. I biancazzurri capiscono i propri errori e riescono a riallungare nuovamente sul 14-17 grazie al proprio muro e al solito Morelli. Nuovamente, come in una sfida a scacchi, il tecnico dei biancoverdi chiama il proprio tempo tecnico. I Leoni hanno sette vite e riescono con il settimo ace di Gamba a portarsi sul 18-20. La partita è vibrante: i soliti alfieri di casa martellano in servizio ma i biancazzurri cercano di tenere botta. Sul 20-22 mister Rosichini chiama il secondo time out. Gli abruzzesi con l’asse Partenio – Trillini collezionano il punto del 20-23. Morelli, dinamitardo, trova il 21-24. Dopo la prima palla set annullata, gli Adriatici riescono a vincere il primo personale set 22-25.

Il quarto set si apre con il consueto batti e ribatti. Capitan Partenio, con un mostruoso muro, pareggia per i suoi 5-5. I mottensi provano a rimettere avanti la testa ma l’ABBA caparbia cerca di tenere il passo. Luisetto, sugli scudi, porta il match sul 10-8. Risponde Trillini che mette a terra il pallone dell’11-9. Doppio allungo dell’HRK Motta di Livenza e primo tempo tecnico chiamato da mister Rosichini. I biancazzurri, frastornati, subiscono l’ace del 15-9. Il tecnico ospite chiama subito il secondo time out. I biancazzurri provano a reagire con il proprio opposto Morelli e collezionano il punto del 15-11. Lo stesso numero 17 trova un tocco del muro ammesso dallo stesso De Marchi molto sportivamente che vale il 16-12. Le splendide giocate dell’opposto biancazzurro costringono mister Lorizio a chiamare il primo time out. La lettura è corretta: il match vola da parte biancoverde sul 21-16. Morelli prova a trascinare i suoi con il 54% di attacchi riusciti. Sale in cattedra anche il muro adriatico che cerca di accorciare sul 21-18. L’opposto ospite è scatenato e mette a terra il pallone del 21-19. Solito break chiamato correttamente da mister Lorizio. Capitan Scaltriti riesce, con un muro out, a riallungare 22-20. La contesa procede punto a punto con i biancazzurri che si affidano al solito numero 17. Dopo il video check che conferma il punto agli abruzzesi, la squadra del presidente Abbondanza deve cedere a una spin di Gamba che porta la partita sul 23-21. Cattaneo però non è d’accordo e riesce a siglare il 23-22. Lo stesso numero 7 prova a impattare il match ma il video check toglie il punto ai biancazzurri. Lo schiacciatore però non ci sta e mura la prima palla set. La contesa procede ai vantaggi. Alberini riesce a farsi perdonare siglando il punto del 25-24. Cattaneo ruggisce e riesce a pareggiare nuovamente per la squadra abruzzese. Zornetta, a muro, riesce a regalare il set ball. Dopo il servizio sbagliato da Cattaneo, ci pensa Orazi a collezionare un’altra palla set. I protagonisti in campo danno tutto: Giaffreda, nel tentativo di recuperare un pallone, impatta con una protezione e rimedia un infortunio al ginocchio. La squadra e lo staff tecnico si stringono intorno al libero augurandogli una pronta guarigione. Con orgoglio è l’ABBA a provare a portare il set dalla sua e il match al tie break. I Leoni però sono immortali e riescono nuovamente a portare tutto in parità sul 27-27. L’emozione sale. Errore di Gamba in battuta, confermato dal video check. Morelli imita l’opposto avversario. Gamba però riesce a chiudere la contesa sul 30-28.

HRK Motta di Livenza – ABBA Pineto Volley 3-1 (25-19, 25-23, 22-25, 30-28)

HRK Motta di Livenza – ABBA Pineto Volley 3-1 (25-19, 25-23, 22-25, 30-28)

HRK Motta di Livenza: Saibene, Alberini 5, Gamba 43, De Marchi 14, Scaltriti 9, Pinali ne, Basso, Luisetto 7, Mian, Arienti 3, Tonello, Nardo, Battista L.
Allenatore: Lorizio.

ABBA Pineto Volley: Held 8, Trillini 8, Catone, Partenio 2, Marcotullio, Cattaneo 15, Lalloni, Orazi 3, Meleddu, Morelli 24, Zornetta 4, L Cappio, L Giaffreda.
Allenatore: G. Rosichini.

Direzione di gara: Mesiano Marta- Jacobacci Sergio.