HRK Motta di Livenza – ABBA Pineto Volley 3-0: si spegne in semifinale il sogno biancazzurro!

Condividi anche tu!

In gara 3 della semifinale playoff l’ABBA Pineto Volley cede il passo per 3-0 contro l’HRK Motta di Livenza al Palazzetto dello Sport Grassato. Dopo il primo set chiusosi 25-23, nella seconda frazione sono sempre i mottensi a condurre la contesa 25-22. Il terzo parziale vede i veneti chiudere la contesa 25-23 e guadagnare l’accesso alla finalissima per la Serie A2.

Il match inizia con un totale equilibrio tra le due compagini che procedono punto a punto. I biancoverdi provano, come in gara 1, a legittimare il proprio campo costruendosi un piccolo gap di tre punti sul 7-4. Trillini prova a rispondere ma i Leoni riescono ad allungare grazie a un attacco out di Held confermato dal 9-4. I veneti crescono e trovano il primo ace sul servizio successivo con Alberini. I biancazzurri non ci stanno e rosicchiano il parziale vantaggio portandosi sull’11-8. Mister Lorizio chiama il primo time out del match per porre le misure all’arrembaggio abruzzese. La contesa procede per i consueti binari che abbiamo imparato a conoscere. Su palleggio di Morelli viene chiamato il video check che ribalta il risultato. HRK cresce d’intensità e torna nuovamente a +5. Mister Rosichini dunque gioca il suo primo tempo tecnico. La squadra di casa riesce sempre a mantenersi a distanza di sicurezza. Gli adriatici non demordono e con una grande difesa riescono a ricucire lo strappo portandosi sul 17-15. Dopo un ace di Morelli, gli avversari chiamano il terzo video check. La direzione di gara ribalta il verdetto per il punto del 18-15. Nonostante questo l’ABBA Pineto riesce, d’orgoglio, a riacciuffare il pareggio. Mister Lorizio dunque chiama l’ultimo tempo tecnico. I biancazzurri riescono con Held a mettere la freccia ma il solito Gamba pareggia la contesa. Con un primo tempo è Trillini a riportare sul 19-20 i suoi. Dopo però il solito video check chiamato questa volta il verdetto rimane lo stesso. La partita sale d’intensità: ancora l’opposto di casa riesce a ribaltare il match sul 22-21. Mister Rosichini dunque chiama anche lui il suo ultimo time out. Dopo una serie di errori di ambedue le compagini sul 23-23 cercano di portare a casa il primo set. Ancora una volta però a fare le fortune locali è Gamba che riesce a suggellare i due punti restanti che valgono il primo set.

La seconda frazione vede il consueto equilibrio in campo. Held, rapace, sigla il punto del 6-6. La squadra del presidente Abbondanza non si fa intimorire: muro granitico di Cattaneo che vale l’8-9. I biancoverdi però non cedono un centimetro e grazie a Saibene e Luisetto riescono a riportarsi in avanti sull’11-9. Dopo il time out chiamato da mister Rosichini, gli abruzzesi riescono a riportare in parità il match. La sfida procede punto a punto. Held e Cattaneo provano a suonare la carica mettendo a terra i punti che valgono il 18-19. Lo stesso numero 7 scatenato prova a portare avanti i suoi ulteriormente ma un’invasione di Partenio vale il punto del 20-19 Motta. Mister Rosichini allora richiama i suoi in panchina per il primo video check.  Dopo ancora un triplo ace di Gamba in zona uno, cinque e sei, i teramani chiamano l’assistenza video che conferma il momento d’oro dell’opposto. Morelli non ci sta e prova a scuotere i suoi. I padroni di casa però riescono nuovamente a far loro la contesa con il parziale di 25-22.

Il terzo parziale incomincia con pipe ospite. Gli adriatici sembrano più convinti e cattivi e vanno sul 2-5. Dopo il video check chiamato dai padroni di casa, che conferma il punto a Pineto, mister Lorizio chiama subito il time out. La mossa paga con i ragazzi del presidente De Bortoli che recuperano due punti preziosi. Come abbiamo potuto imparare ormai a menadito, la partita è vibrante. I biancazzurri dal canto loro riescono a preservare il prezioso vantaggio e sull’11-13 con Michele Orazi vanno sul +3. Il tecnico dei locali allora si gioca subito il suo ultimo tempo tecnico. Held però non è dello stesso avviso e scardina il muro  avversario che vale il 15-17. Il muro è la chiave dei biancazzurri: Morelli stoppa l’azione dei locali per il nuovo +3. La formazione trevigiana non molla e riesce nuovamente ad accorciare sempre con l’indemoniato Gamba sul 21-21. Come sempre il finale è rovente. Dopo il video check chiamato sempre dai veneti, l’out dell’opposto di casa viene confermato. Sul 23-23 sportività estrema di Held che ammette il tocco a muro. Time out biancazzurro e prima palla match per i locali. L’invasione di partenio regala all’HRK Motta di Livenza il pass per la finalissima valida per la Serie A2.

HRK Motta di Livenza – ABBA Pineto Volley 3-1 (25-23, 25-22, 25-23)

HRK Motta di Livenza: Saibene 15, Alberini 4, Gamba 21, De Marchi, Scaltriti 3, Pinali, Basso, Luisetto 7, Mian, Arienti, Tonello, Nardo, Battista L.
Allenatore: Lorizio.

ABBA Pineto Volley: Held 5, Trillini 4, Catone, Partenio 1, Marcotullio, Cattaneo 11, Lalloni, Orazi 5, Meleddu, Morelli 10, L Cappio, L Zornetta.
Allenatore: G. Rosichini.

Direzione di gara: Laghi Marco – Scotti Paolo.