ciaoantonio

News La Dress Lines Pineto sbanca Napoli

Condividi anche tu!

ciaoantonio

GAIA ENERGY NAPOLI DRESS LINES PINETO 2- 3 (25-14; 25-21; 17-25; 25-27;8-15)


GAIA ENERGY NAPOLI: Beccaro 5; Bajdak 7; Dal Molin 30; Minenna 5; Benaglia 20; Picillo; Mari 9, Giancarli 3, Silvestre (L). All. Romano.
LINES DRESS PINETO: Testagrossa 8, Calonico, Draghici 18, Grasso, Catania (L), Lapacciana 3, Arzeo, Figliolia16, Romagnoli (L) 1, Vanni, Pollice, Bigazzi 6, Cittadino 21. All. Iurisci
Arbitri: Santarelli e Grassia
Durata set: 24´; 27´; 21´; 35´;15. Durata complessiva: 2h07´; Battute sbagliate: Napoli: 10; Pineto 9. Battute punto: Napoli: 9; Pineto 9. Spettatori 400 circa.

La Dress Lines Pineto soffre contro Napoli ma chiude con la sesta vittoria consecutiva il girone di andata. Gli uomini di Iurisci, dopo essere andati sotto di due set, riescono a rimontare contro la Gaia Energy, conquistando due punti di fondamentale importanza per la classifica che adesso vede i biancazzurri a una sola lunghezza di distanza da Ortona, seconda in graduatoria, mentre i punti di distacco dalla capolista Matera sono tre.

Una sorpresa c’è nella lista dei giocatori, un volto noto agli sportivi pinetesi: il centrale Lorenzo Calonico, abruzzese doc, è infatti giunto da Potenza per aumentare ulteriormente il potenziale della squadra. Il trasferimento si è concretizzato proprio poche ore prima del match. “La prossima settimana lo presenteremo con calma”, ha detto il presidente Guido Abbondanza, “nel frattempo lo accogliamo a braccia aperte”. Il numero uno del sodalizio biancazzurro fa poi una dedica per questo successo: “Questa vittoria è per Antonio Pisciella”.

Al tecnico Gervasio Iurisci il compito di commentare la gara: “E’ stata più dura del previsto. Non ci aspettavamo una squadra così forte. In ricezione e difesa sono stati straordinari e hanno un grande opposto come Dal Molin. Abbiamo conquistato due punti d’oro stasera”. L’allenatore ha dovuto fare i conti con qualche acciacco sin da subito: “Ho dovuto mettere dentro Romagnoli per Catania e devo sottolineare la grande prova del ragazzo che ha fatto registrare buone percentuali in ricezione. Napoli ha messo sotto pressione i nostri due martelli in questo fondamentale ma siamo riusciti nei momenti topici a dare il meglio”. Nel quinto set è poi stata la volta di Lorenzo Calonico. “Lui è un centrale di primo livello, ci darà una grande mano da qui al termine della stagione. Anche stasera a muro e in battuta si è fatto valere, alzando poi una palla decisiva per Cittadino. Avremo tempo per integrarlo e sfruttarne le potenzialità”.

La cronaca.

Nel primo set Pineto non entra praticamente mai in partita. I biancazzurri non riescono a carburare, complice un palazzetto molto freddo e si arrendono sul 25-13 che sintetizza benissimo un parziale nel quale gli uomini di Iurisci non ne hanno azzeccata praticamente una.

Nel secondo set la Dress Lines si scuote ma non trova il modo di sferrare il colpo del k.o. Lapacciana e soci conducono la frazione fino al 21-21 poi subiscono quattro servizi al fulmicotone di Dal Molin da parte di Napoli e cedono il set. Non bastano Cittadino, Draghici e Figliolia in crescita per domare i padroni di casa che vanno sul 2-0.

Nel terzo set Gervasio Iurisci vede finalmente la sua squadra tornare ai suoi livelli abituali. I biancazzurri ingranano le marce alte e ritrovano la correlazione tra muro e servizio. I risultati arrivano subito e Pineto chiude sul 17-25, iniziando così la sua rimonta.

Nel quarto set le due squadre viaggiano incollate, fino al secondo time-out tecnico. Il testa a testa prosegue fino al termine del parziale che viene deciso da uno straordinario Marius Draghici. Lo schiacciatore con una serie di colpi d’alta scuola si carica sulle spalle il peso dell’attacco biancazzurro e firma la parità nel conto dei parziali sul 25-27.

Nel tie-break non c’è praticamente storia. Pineto è sempre avanti e dopo essere arrivata sul 7-3 grazie a Draghici e Cittadino, letteralmente immarcabili, chiude sul 15-8. E’ festa in mezzo al campo e sugli spalti, dove campeggia uno striscione “Ciao Antonio” per ricordare Antonio Pisciella, il dirigente del settore giovanile scomparso prematuramente lunedì.