Una super ABBA Pineto porta a casa gara 1: contro la Wow Green House aversa finisce 2-3!

Condividi anche tu!

In gara 1 della semifinale playoff l’ABBA Pineto Volley vince per 2-3 al PalaJacazzi contro i padroni di casa della Wow Green House Aversa. Dopo il primo set chiusosi 23-25, nel secondo il match va in parità con il 25-20. Il terzo parla ancora abruzzese con il 23-25 dei teramani. Al quarto però la contesa corre sempre sui binari della parità con il 25-21 dei campani. Al tie break sono i rivieraschi a imporsi 13-15.

Il match inizia con l’ace di Bertoli e il primo allungo Pineto sul 4-6 e subito coach Tomasello richiama in panchina i suoi ragazzi. Si va punto a punto fino a metà set. Ace in battuta di Link per l’ABBA che si ritrova nuovamente a comandare il parziale con un allungo che potrebbe già essere determinante 15-18. Sul successivo attacco largo di Sacripanti l’allenatore della Wow Green House Aversa, ferma nuovamente il gioco per 30 secondi. Quando Starace blocca l’attacco di Pineto Aversa torna -2 21-23. Bertoli sul 22-23 si gioca il secondo time-out. Ma il set ormai ha un padrone: vince Pineto 23-25

Nel secondo set ace di Sacripanti per il 2-1 ma i biancazzurri hanno un Jacob Link terrificante: bomba direttamente dai 9 metri che regala il vantaggio ai suoi 6-7. Sacripanti si carica la squadra sulle spalle con un ace 12-11 che regala entusiasmo ai tifosi di casa. Attacco a rete di Disabato e coach Bertoli chiama time-out sul 15-13. Muro dell’ex Trillini e 18-15. Morelli scalda il braccio nel momento decisivo: chiude uno scambio lunghissimo per il 20-17. Lo stesso ex opposto a muro regala 4 set point 24-20. Ne basta uno: ace dell’altro ex Trillini ed è 1-1.

Il terzo periodo vede subito monster block di Bonina. Tutti in piedi per il centrale normanno. Trillini non vuole essere da meno, altro muro e e primo +2 e 6-4. Da 9-6 a 9-8 è un attimo, coach Tomasello preferisce parlarci su e richiama i suoi anche per trasmettere tranquillità. Sull’ace di Link si torna in parità a 10. Poi nuovo break di Aversa 13-10, chiuso dalla doppia di Catone e questa volta è coach Bertoli a fermare il gioco. L’Abba non ne vuole sapere di far scappare i normanni, Bertoli sfrutta le mani del muro e riporta Pineto -1  sul 15-14. Ace di Putini e la Wow Green House ritrova il doppio vantaggio (17-15). Dopo il time out chiamato da coach Bertoli, l’ABBA riesce a rosicchiare punti importanti andando a mettere la freccia del sorpasso e allungando sul 18-20. Questa volta e mister Tomasello a chiamare il time-out. Subito Starace raccoglie le indicazioni del suo tecnico. Risponde Disabato per il 20-21. La tensione è palpabile. Dopo l’errore in battuta di Morelli, i padroni di casa riescono comunque a impattare la contesa 22-22. Nei momenti più concitati Link con l’aiuto del nastro riesce a regalare due palle set. Dopo la prima annullata, ancora il killer di Malmo regala il 23-25 e il sorpasso nei set.

Nel quarto set la contesa vede il consueto equilibrio in campo. Aversa prova a scappare ma i ragazzi del presidentre Abbondanza non solo rimangono francobollati all’aversario ma con capitan Calonico trovano il doppio allungo sul 5-7. Ci pensa poi Disabato, quasi con un attacco “in sospensione” a scrivere sul tabellone dell’infuocato PalaJacazzi 6-9. Tomasello chiama il suo primo tempo tecnico. L’intuizione è vincente con i campani che si rifanno sotto sull’8-9. Come sempre l’elastico delle due compagini è il leitmotiv del match. Sostenuta dai propri sostenitore la Wow Green House Aversa riesce a riportarsi avanti sul 13-11. Dopo un’invasione fischiata ai locali, i biancazzurri vogliono impattare il match con tutte le loro energie. Su un attacco fuori fischiato alla truppa del presidente Di Meo, la partita volta sui binari della parità 16-16. Ci pensa capitan Calonico, a muro, a siglare nuovamente il sorpasso sul 17-18. I normanni però non ci stanno e con un indiavolato Morelli ribaltano il parziale sul 19-18. Sempre l’opposto di casa riesce, in diagonale a mettere un gap di due punti contro la sua ex squadra. Coach Bertoli dunque sul 21-19 chiama a sua volta il time out. Dopo uno scambio infinito è ancora il grande ex del match a mettere una distanza siderale sul 23-19. Bertoli tenta di accorciare ma l’errore al servizio di Catone regala ben quattro palle set. Dopo la prima annullata, il match va al quinto set sul 25-21.

Al tie break il copione recita sempre lo stesso spartito. I biancazzurri, inviperiti, però riescono a portarsi in avanti sul 2-4 grazie ad una buona correlazione muro-difesa. Mister Tomasello dunque chiama i suoi primi trenta secondi. Ancora una volta la mossa paga con Sacripanti che in diagonale chiude il 3-4. Dalla parte opposta però prima Bertoli e poi un super ace di Disabato valgono il 3-6. Il sestetto di casa prova a rifarsi sotto ma al cambio campo il parziale è di 6-8 per gli adriatici. Subito Link perfora la difesa avversaria. A lui si aggiunge Bertoli che, con caparbietà, mette a terra il pallone del 6-10. La squadra di casa prova a rifarsi sotto con un ace di  Sacripanti. Coach Bertoli dunque chiama i suoi personali trenta secondi. Ci pensa però Link, in diagonale, a scrivere sul tabellone il 9-11. Sempre Link, sempre in diagonale e 10-13 ABBA. Il tecnico dei locali chiama l’ultimo tempo tecnico a sua disposizione. Ancora l’opposto ospite regala ben quattro palle match ai suoi. Dopo due annullate, è coach Bertoli a chiamare il suo ultimo time out. Dopo un’altra annullata è Pineto a portarsi a casa gara 1 con un attacco straordinario in pipe di Bertoli che finisce sul tetto del palazzetto e sigla la vittoria per gli adriatici in gara 1.

Wow Green House Aversa – ABBA Pineto Volley 2-3 (23-25, 25-20, 23-25, 25-21, 13-15)

Wow Green House Aversa: Morelli 26, Trillini 16, Cuti 1, Putini 2, Starace 17, Corrieri, Sacripanti 16, Diana 2, Schioppa, Agostini, Barretta, Bonini 3, L Calitri 62%pos 22%prf, L Gatto.

ABBA Pineto Volley: Del Campo, Calonico 4, Bertoli 19, Disabato 12, Martinelli, Marolla, Catone, Persoglia 13, Omaggi, Link 32, Fioretti, Orlando, L Giuliani 26% pos 16% prf, L Pesare.
Allenatore: Franco Bertoli.