ABBA Pineto Volley – Videx Grottazzolina 1-3: termina la stagione e partono i playoff!

Condividi anche tu!

Nell’ultimo match valido per la stagione regolare del campionato di Serie A3 Credem Banca girone bianco l’ABBA Pineto Volley in casa per per 1-3 contro la capolista Videx Grottazzolina. Dopo il primo set chiusosi 25, nel secondo sono i marchigiani a imporsi 22-25. Il terzo periodo parla ancora fermano con il parziale di 20-25. Nel quarto sono i ragazzi di chiudere gli Ortenzi 23-25.

Il match inizia con lo strapotere dei padroni di casa. Bertoli mette a terra il pallone dell’1-0, i muri granitici biancazzurri infrangono ogni tentativo e Giuliani superman insieme ai suoi regalano un’ottima difesa e il 7-1 parziale. Mister Ortenzi chiama subito il time out ma il trend non cambia. Link al servizio è una spina nel fianco. Disabato non vuole essere da meno e stoppa il tentativo di Breuning con un gran muro. Lo stesso spedisce out un attacco in diagonale regalando il 13-2 parziale. Il tecnico marchigiano furente chiama il secondo tempo tecnico. Lo stesso numero 9 sale in cattedra con due attacchi in diagonale e con un attacco d’astuzia giocando con le mani del muro avversario e conseguente 16-4. Sale la pressione in casa Videx: Vecchi, sfortunato al servizio, bacia il nastro ma la palla finisce out. Non può mancare al coro Persoglia con un primo tempo energico e un grande muro per il 19-9 e un dominio territoriale e psicologico. Prova a scuotere i suoi Breuning con un bell’ace. La Videx prova a rialzare la testa. Focosi, Vecchi e compagni collezionano una seria importante di punti. Sul 23-18 coach Bertoli chiama il suo primo time out. La mossa paga: Matteo Bertoli trova la deviazione del muro e sei palle set. Subito concretizzato: Catone con un gesto più calcistico che pallavolistico salva l’impossibile. A seguire la truppa di Ortenzi spara fuori per il 25-18.

Nel secondo set vede la reazione ospite. Vecchi e Breuning iniziano a martellare  e guadagnano un gap importante. Sul 2-7 coach Bertoli dunque chiama il suo primo time out. Intuizione corretta con Mandolini che sbaglia il servizio.  Disabato, oggi sugli scudi, prima mette a terra un bel diagonale e successivamente mura l’attacco ospite per il momentaneo 6-8. Sale la pressione: Vecchi commette invasione e i biancazzurri accorciano ulteriormente. Lo stesso sbaglia il servizio: Ortenzi chiama il videocheck che conferma però la decisione iniziale della direzione di gara per il punto dell’8-11. Bertoli inizia a mostrare il suo estro con un buon pallonetto e un muro out per il 10-14. Dopo una serie di servizi sbagliati da ambo le parti e al termine di uno scambio lungo ed emozionante è Link a trovare il punto del 12-16. La carica dell’opposto svedese è contagiosa: Persoglia, battuta flot ed ace. I biancazzurri si portano a ridosso della capolista sul 15-16. Il tecnico ospite dunque chiama preventivamente il time out. La pausa dà ai suoi l’occasione per riorganizzare le idee. Vecchi, ace in buca d’angolo. Dalla parte opposta Bertoli, giocando sul muro e 16-19. Il match s’infiamma con proteste da ambo le parti con la direzione di gara. L’allenatore di casa cerca di non perdere la lucidità e chiama a sua volta il tempo tecnico. Recepisce le indicazioni Persoglia per il 19-22. L’ABBA cresce e si riaffaccia sul 21-22. Dopo il secondo tempo tecnico dei marchigiani è la Videx a pareggiare chiudendo sul 22-25.

Il terzo parziale incomincia come il precedente con gli ospiti che provano a far valere il loro strapotere in classifica e i ragazzi del presidente Abbondanza che bramano la vittoria. Nonostante questo però sono sempre i fermani a condurre. Sul 4-9 coach Bertoli chiama il time out. Ancora una volta ci pensa Disabato a mettere a terra il pallone del 5-9 murando il tentativo di Vecchi. Il copione è sempre lo stesso con i locali che vogliono l’intera posta e la Videx che prova ad amministrare. Dopo un errore al servizio di Mandolini, ci pensa Vecchi a riallungare. Coah Franco Bertoli inserisce Fioretti e Pesare per dare fiato ai suoi. Link, d’orgoglio, in diagonale sfonda la resistenza avversaria. Forza la battuta Fioretti, palla out.  Bertoli non ci sta, attacco sulle mani del muro e 16-22. Le due compagini non si risparmiano ma è la capolista del girone bianco della Serie A3 Credem Banca a condurre sempre. Con ben otto palle set i marchigiani siglano l’1-2 con il 20-25 finale.

Nel quarto periodo è Persoglia ancora una volta a salire in cattedra e trascinare i suoi con due punti consecutivi che valgono il 4-3. Segue Disabato con un pallonetto al bacio. I ragazzi abruzzesi ci credono. Calonico e compagni giocano di squadre e allungano sul 7-4. Ortenzi non ci sta e chiama il time out. La partita è vibrante col pubblico che rende il Pala Volley un catino infernale. Bertoli da posto 4, mette a terra il pallone del 10-6. La pressione sale con la Videx che inizia ad accusare commettendo un fallo di invasione. Vuole aggiungersi al tabellino dei marcatori capitan Calonico con un buon primo tempo e il 13-10 parziale. Il Pineto vuole la vittoria: prima Catone con una battuta spin e subito dopo Bertoli sulla free ball mettono in cascina il 15-11 temporaneo. Come un elastico le due squadre accorciano e aumentano il gap. Coach Bertoli nell’ottica della gestione e del respiro del sestetto protagonista inserisce Martinelli. La Videx riemerge e riesce a impattare la contesa 20-20. Coach Bertoli dunque chiama il time out. Il finale è da brividi. Le due squadre non vogliono cedere nulla. Sul 22-23 altro tempo tecnico chiamato da coach Bertoli. La mossa paga con Breuning che sbaglia il servizio. Nonostante questo l’ABBA cede l’intera posta 23-25.

ABBA Pineto Volley 1-3 (25-18, 22-25, 20-25, 23-25)

ABBA Pineto Volley: Del Campo, Calonico 5, Bertoli 23, Disabato 11, Martinelli, Marolla, Catone 1, Persoglia 10, Omaggi, Link 8, Fioretti 5, Orlando, L Giuliani 47% pos 18% prf, L Pesare 100%pos 50%prf.
Allenatore: Franco Bertoli.

Videx Grottazzolina: Giacomini, Cubito 4, Vecchi 19, Focosi 6, Pison, Cascio, Breuning 23, Lanciani, Mandolini 14, Perini, Marchiani 1, Romiti L 41%pos 26prf, Mercuri .
Allenatore: Ortenzi.